Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy”.

Attività fisica e Diabete

L’attività fisica può aiutarvi ad ottenere un buon controllo del diabete perché brucia il glucosio presente nel sangue
L’attività fisica è molto importante per il controllo del diabete, ma spesso viene trascurata.
Per attività fisica si intende qualsiasi tipo di occupazione che vi richieda di mettervi in movimento, per esempio fare una passeggiata, salire e scendere le scale o anche semplicemente fare lavori in casa o in giardino. Idealmente, dovreste dedicare a questo tipo di attività 30 minuti al giorno.
L’attività fisica può aiutarvi ad ottenere un miglior controllo del diabete in quanto brucia il glucosio presente nel sangue per produrre energia e consente all’organismo di utilizzare meglio l’insulina disponibile. Ma l’attività fisica ha anche molti altri vantaggi: ha un effetto benefico sulla pressione arteriosa e sui livelli di colesterolo, riducendo il rischio di problemi cardiaci. Vi tiene in forma, con un buon tono muscolare e una buona flessibilità ed è indispensabile per mantenere un corretto peso corporeo.
La cosa più difficile, forse, è trovare il tempo da dedicare all’attività fisica. Ma quei famosi 30 minuti possono anche essere ripartiti in tre brevi periodi di 10 minuti: l’effetto è lo stesso!
Attività fisica e monitoraggio della glicemia
Per le persone con diabete, mantenersi fisicamente attivi significa fare in modo che l’insulina lavori in modo più efficiente ed anche per migliorare i livelli di glicemia. Prima dell’attività fisica, le persone con diabete devono adottare particolari precauzioni, in quanto l’attività fisica abbassa il livello di glicemia. La cosa migliore è chiedere consiglio al proprio diabetologo prima di iniziare un programma di attività fisica. Il diabetologo vi spiegherà come modificare l’alimentazione e la terapia insulinica in funzione dell’attività fisica programmata e che cosa fare se il livello di glicemia risulta troppo alto o troppo basso prima, durante o dopo l’esercizio fisico. Per avere un’informazione immediata sugli effetti dell’attività fisica, una possibilità è monitorizzare la glicemia mediante frequenti test glicemici. La frequenza dei test dipenderà dai seguenti fattori:
  • Programma che avete stabilito con il vostro diabetologo
  • Tipo di terapia insulinica
  • Frequenza di oscillazioni della glicemia nell’arco della giornata
Conoscere i vostri valori di glicemia permetterà a voi e ai vostri diabetologi di modificare opportunamente il dosaggio dell’Insulina o il programma alimentare o di iniziare un tipo di attività fisica efficace per voi.
Per le persone con diabete di tipo 1
Se avete un livello di glicemia a digiuno superiore a 250 mg/dl con presenza di chetoni nelle urine (soprattutto prima o durante attività fisica), la American Diabetes Association raccomanda di rivolgervi al vostro diabetologo per stabilire uno specifico piano d’intervento.
Prima dell’attività fisica:
È molto importante sapere quando e come svolgere attività fisica. Ecco alcuni suggerimenti per una corretta gestione del vostro diabete e del programma di attività fisica.
1. Scegliete il momento giusto
La riserva di energia che avete a disposizione raggiunge il picco massimo nel periodo compreso tra un’ora e tre ore dopo i pasti; fare attività fisica in questo periodo può essere più efficace che in altri momenti.
2. Parlate con il vostro diabetologo
Definite con il vostro diabetologo un obiettivo glicemico che sia realistico per voi; in generale, per poter incominciare o continuare un’attività fisica, dovete avere un livello di glicemia uguale o superiore a 100 mg/dl.
3. Tenete uno snack a portata di mano
Se un basso livello di glicemia (ipoglicemia) vi impedisce di rispettare il vostro programma di attività fisica, può essere utile mangiare uno snack prima di incominciare. Le decisioni relative all’assunzione di snack e all’eventuale adattamento della terapia insulinica devono essere concordate con il vostro diabetologo.
4. Glicemia alta
Se il vostro livello di glicemia è già alto (iperglicemia), fate attenzione. L’attività fisica può aumentare il livello glicemico, se questo è già in fase di risalita.
5. Stabilite un target
Insieme al vostro diabetologo, stabilite un range di valori target ma, in generale, evitate l’attività fisica se avete un livello di glicemia superiore a 250 mg/dl.